Dolcezza di mascarpone e pesche

Un dessert fresco e quasi spumoso, a base di pesche, uno dei frutti emblema dell’estate.

Procedimento

Sbucciare le pesche e tagliarle a dadini da circa un centimetro per lato. Porre la frutta in una zuppiera e cospargerla con 100 grammi di zucchero ed il succo di limone. Mescolare e lasciare in infusione.

Disporre i savoiardi in un solo strato sul fondo di una pirofila rettangolare di 20 per 30 centimetri circa, profonda almeno 4/5 centimetri. Scolare le pesche e recuperare lo sciroppo prodotto dalla macerazione, filtrarlo e tenerne da parte 4 cucchiai. Bagnare con il rimanente sciroppo i savoiardi uniformemente.

Ammollare in acqua fredda metà della gelatina.

Rompere le uova e dividere gli albumi dai tuorli. Montare questi ultimi con lo zucchero rimasto e lo sciroppo tenuto da parte finché non risultano spumosi. Versarli in una casseruola e cuocerli a fuoco dolcissimo per 4/5 minuti mescolando continuamente con una frusta, unire la gelatina strizzata mescolando per farla sciogliere bene e togliere dal fuoco.

Versare la crema in un ampia ciotola e farla raffreddare.

Aggiungere il mascarpone amalgamandolo con molta cura.

Montare gli albumi a neve fermissima con un pizzico di.sale ed incorporarli delicatamente alla crema.

Ricoprire uniformemente i savoiardi con meta composto e passare in frigo per almeno un ora.

Fare un unico strato di dadini di pesche sopra la crema di mascarpone ed uova, poi ricoprire con l’altra metà del composto livellando bene la superficie.

Riporre in frigo coperto per almeno un’ altra ora.

Far scaldare in una casseruola la marmellata con lo zucchero a velo e 4 cucchiai di acqua, lasciare sobbollire pee pochi minuti ed incorporarvi l’altra metà della gelatina ammollata re strizzata mescolando bene.

Frullare la marmellata e versarla in contenitore per lasciarla raffreddare.

Quando è quasi fredda e comincia a rapprendersi distribuitela nella pirofila per velare la sommità del dolce.

Rimettere in frigo fino a completo raffreddamento e servitela in porzioni appena tolta dal frigo.

La golosa freschezza delle pesche tiene a bada l’opulenza del mascarpone e della crema, rendendo piacevole e leggero questo dessert. Per queste caratteristiche risulta adatto a chiudere un eventuale pasto articolato in più portate

 

 

 

 

Tags: , , ,

(Visited 4 times, 1 visits today)
Precedente Marmellata di albicocche Successivo Pomodori ripieni di riso