Torta di albumi e mandorle, mele e crema al Calvados

Il Calvados è un distillato di mele che prende il nome dall’ omonimo dipartimento francese della Normandia, e caratterizza con il suo profumo sia le mele che la crema di questo dolce. Potete trovare questa ricetta anche nella rubrica la cucina intollerante, assieme a tante altre, come la torta di mele rovesciata

Procedimento :

Dividere i tuorli dagli albumi e montare leggermente questi ultimi con la frusta. Amalgamarli con la margarina fusa, le mandorle macinate, 100 grammi di farina e lo zucchero a velo, ottenendo un impasto non troppo denso.

Ungere la tortiera, versarvi l’impasto e cuocere in forno a 180 gradi per 15/20 minuti.

Sbucciare le mele, eliminare i torsoli e dividerle in ottavi. Porle in una casseruola con lo zucchero di canna e il Calvados e cuocere a fuoco medio per circa 20 minuti, finché non sono cotte ma ancora integre.

Disporre le fette di mela scolate a raggiera sopra la torta fino a coprirne la superficie, conservando il liquido di cottura.

torta al calvados

.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ammollare la gelatina in acqua fredda.

Portare ad ebollizione il latte di riso. Sbattere i tuorli con lo zucchero a velo ed incorporarvi la farina setacciata. Aggiungere il latte di riso e il liquido di cottura delle mele, porre su fuoco medio per far addensare, mescolando con la frusta fino ad ottenere una crema non troppo densa. Strizzare la gelatina ed unirla alla crema mescolando per farla sciogliere bene.

Unire anche i canditi e versare il composto sopra la torta coprendo le mele.

Passare in frigorifero per un paio d’ore, poi coprire la superficie semirappresa con le gocce di cioccolato.

Rimettere in frigo per altre due, tre ore per completare la solidificazione della crema.

torta al calvados

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Una torta fresca e leggera

Tags: , , , ,

(Visited 2 times, 1 visits today)
Precedente Arrosto in salmì - Secondi Successivo Insalata con lattuga rucola e ravanelli